Usiamo i cookie - anche di terze parti - per consentirti un migliore utilizzo del nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Per il terzo anno consecutivo, una classe del Liceo Terragni di Olgiate Comasco ha trascorso una settimana, dal 17 al 23 aprile, a Brühl, cittadina del Nordrhein-Westfalen, situata a metà strada tra Bonn e Colonia. L’esperienza rientra nell’ambito dello scambio culturale con il Sankt-Ursula-Gymnasium, la scuola cattolica di Brühl, i cui studenti erano stati in Italia lo scorso mese di gennaio.

Il soggiorno presso le famiglie, selezionate con cura dal prof. Lanfranchi, uno dei docenti di lingua italiana del Sankt-Ursula-Gymnasium, la frequenza delle lezioni e alcune uscite sul territorio hanno caratterizzato l’esperienza a in Germania.

Le studentesse del Terragni si sono così confrontate con uno stile di vita e con un sistema scolastico diversi da quelli italiani. Da sottolineare la grande accoglienza da parte delle famiglie tedesche: “Le famiglie erano molto disponibili, ospitali e gentili”, dichiara una partecipante allo scambio: “Ci hanno dedicato anche molto tempo per conversare e migliorare il nostro tedesco.

Di particolare interesse le escursioni. A Bonn, “grazie alla visita al museo Haus der Geschichte, abbiamo potuto vedere lo sviluppo della Germania attraverso gli anni, dalla seconda guerra mondiale fino ad oggi”, dice un’alunna, mentre un’altra le fa eco: “Mi è piaciuto tutto, soprattutto la visita al castello! “, riferendosi al Castello Augustusburg a Brühl, dove Carlo Carlone, uno dei maestri del lago, nel XVIII secolo ha decorato uno splendido scalone e i saloni di quella che è stata la residenza, in cui venivano ricevuti i Capi di Stato dalla fondazione della Bundesrepublik, nel 1949, fino alla riunificazione. Il duomo e il DLR (Deutsches Zentrum für Luft- ud Raumfahrt, dove si è svolta la preparazione di Samantha Cristoforetti prima della partenza per la missione nello spazio) a Colonia e una lunga crociera sul Reno fino a Linz, “die bunte Stadt am Rhein” con le sue vecchie Fachwerkhäusern, le case a graticcio, hanno completato il programma.

Crediamo che l'esperienza dello scambio sia una possibilità che non possa mancare di essere proposta nel piano di studi del liceo linguistico”, concludono le studentesse della 4AL, raccomandando di ripetere l’esperienza anche nei prossimi anni, nell’ambito dei progetti di internazionalizzazione del Liceo di Olgiate.